Green Marketing, come i Brand comunicano la sostenibilità

Anche in Italia i Brand si impegnano a lanciare messaggi di sensibilizzazione nei confronti dell’inquinamento degli oceani.

Il concetto di sostenibilità ambientale è una questione molto delicata per ogni azienda. Nel corso degli anni si è assistito ad un graduale incremento di sostenibilità da parte delle persone riguardo le tematiche legate al mondo dell’ecosostenibilità.

Le aziende già dagli anni ’80 si accorgono che un nuovo modo di approcciarsi al mercato, sviluppando e promuovendo prodotti e servizi rispettosi dell’ambiente e della sostenibilità, può rappresentare per loro una forma di vantaggio competitivo difficilmente imitabile.

Il Green Marketing

Di questo argomento e delle correlate strategie di comunicazione ambientale si parla negli Stati Uniti ormai dagli anni settanta, quando l’American Marketing Association iniziò ad accendere i riflettori sul tema.
Il tema, però, è stato preso realmente in considerazione solo negli ultimi anni, con la diffusione di pratiche sempre più innovative. Infatti, con la saturazione dei mercati ci si è resi conto che adottare un approccio “green” potesse diventare una leva strategica per le imprese con l’obiettivo di differenziarsi da una concorrenza sempre più spietata.

Qualcosa si muove anche in Italia

Anche nel nostro Paese sta crescendo la tendenza delle imprese di aprirsi al Green Marketing, con molte aziende ecosostenibili che stanno approcciando strategie di comunicazione ambientale.
Una considerazione molto importante da fare è che queste politiche, oltre a permettere di posizionarsi in maniera strategica nel mercato di riferimento, arrecano grandi benefici per il nostro pianeta.

Negli ultimi mesi si è sentito tanto parlare del problema della plastica negli oceani e molti Brand hanno risposto con iniziative eco-friendly e campagne di sensibilizzazione.
Il Brand di birra Corona in occasione del World Oceans Day ha volutamente modificato il suo slogan da “This is living” a “This is living?”, sostituendo le immagini di posti paradisiaci dove fare surf con spiagge inondate dall’inquinamento. 

American Express, invece, con l’obiettivo di dare un contributo per la riduzione dell’inquinamento ha attuato una partnership con l’organizzazione Parley for the Oceans per produrre la sua prima carta di credito realizzata riciclando rifiuti di plastica provenienti da acque marine. Anche Ikea e Starbacks hanno compiuto dei passi verso questa direzione, infatti, l’Azienda Svedese cesserà la distribuzione di borse di plastica alla clientela , inoltre tra gli obiettivi per i prossimi anni c’è quello di interrompere la produzione di piatti, posate, bicchieri e altri prodotti di plastica.
Starbacks, seguendo la stessa scia di Ikea, ha annunciato l’addio alle cannucce di plastica, infatti entro il 2020 saranno eliminate dalle sue caffetterie  con l’obiettivo di offrire caffè sostenibile e servito ai clienti in tutti i modi sostenibili.

Queste sono solo alcune delle grandi Aziende che si stanno muovendo verso la sensibilizzazione e l’ecosostenibilità del nostro pianeta attraverso iniziati e campagne eco-friendly, ci auguriamo che non siano soltanto attività di posizionamento ma seguano questa strada con l’obiettivo di salvaguardare i nostri oceani e tutto ciò che li circonda.

Questo articolo è stato scritto daFrancesca GruossoLaureata in Economia e Gestione dei Servizi con un master in Marketing, Comunicazione e Digital Strategy. Alla ricerca della strada per il mondo della comunicazione. Appassionata di serie TV e concerti.
TI POTREBBE PIACERE
cool good eh love2 cute confused notgood numb disgusting fail