Pavel Durov - VKONTAKTE

Come funziona Vkontakte, il social più diffuso in Russia

Ecco il social network che in Europa pochi conoscono. Fondato nel 2006 da Pavel Durov, lo stesso di Telegram.

La coppa del mondo di calcio è uno degli eventi sportivi più importanti e seguiti del globo, che per circa un mese occupa i trend topic di tutte le piattaforme social.

Per un Brand allora non è possibile farsi scappare l’occasione di intercettare gli amanti del calcio russi. 

Ma mettete da parte Facebook, Instagram e compagnia bella, in Russia il dominatore incontrastato è Vkontakte (VK), la piattaforma social di gran lunga più popolare nel mondo russofono, con più di 95 milioni di utenti attivi al mese e 3 miliardi di pagine visualizzate ogni giorno.

A confermare la sua importanza, nell’ex URSS, Facebook si ferma ad 11 milioni di utenti attivi al mese, Instagram a 22 milioni e Twitter a 8 milioni, utenze che si concentrano nelle grandi metropoli come Mosca e San Pietroburgo.

Vkontakte, “In contatto” nella nostra lingua, è stato fondato nel 2006 da Pavel Durov, conosciuto nel mondo occidentale per aver creato Telegram, con lo scopo di mettere in contatto studenti e laureandi delle università russe, storia già sentita a qualche migliaio di chilometri di distanza. 

Secondo i dati del VCIOM (l’ente di ricerca pubblica russo) il 42% degli utenti russi che navigano online lo fanno su Vkontakte, con grande gioia del colosso web “Runet mail.ru”, che ne è il proprietario.

Vkontakte vs Facebook

Le similitudini tra VK e Facebook sono molte, a partire dall’interfaccia e le grafiche fino alle funzioni principali, come i messaggi, gruppi, like, commenti e condivisioni. Ma la vera peculiarità di VKontakte è una politica sul diritto d’autore molto permissiva, caratteristica che ha portato l’oscuramento della piattaforma in Italia dal 2013 al 2015. Questa particolare policy ci permette di trovare e condividere film e musica di tutti i tipi, riproducibili con il player interno di VK.

Profilo VK Pavel Durov

Le logiche di comunicazione tra singoli utenti rispondono al blogging, quindi troveremo post molto lunghi piuttosto che “pillole”, mentre le aziende e i brand puntano tutto sulla stimolazione dell’engagement, tramite post descrittivi, video, questionari ed infografiche.

Ecco le differenze tra i post di Facebook e di Vkontakte di Barilla :

Post Barilla Italia contro Post Barilla Russia

Come monetizza Vkontakte

Per i Brand è consigliabile anche sponsorizzare i contenuti, ma parliamo di funzioni molto simili a quello che era il marketing di Facebook ai suoi albori.

Troviamo quindi due possibili tipi di sponsorizzazione:

  • il servizio di post a pagamento;
  • il “metti in evidenza” il tuo post.

Il primo funziona secondo logiche di influencer marketing, infatti dopo il pagamento di una determinata quota, si possono sponsorizzare i contenuti su particolari gruppi, selezionandoli in base alle loro tipologie, e attraverso la pubblicazione su questi da parte del proprietario del gruppo stesso. Solitamente i post hanno un riscontro in termini di risultati estremamente maggiori rispetto a quelli sponsorizzati perché sembrano totalmente organici e provengono da una fonte in cui i sottoscrittori del gruppo credono.

Il “metti in evidenza” invece funziona come quello di Facebook, quindi è possibile targhettizzare il pubblico e seguire l’andamento della sponsorizzazione, ma ha risultati scarsi rispetto al primo metodo.

Il pagamento di entrambi i metodi si basa sulla copertura, sul numero totale di abbonati e su altri fattori. Ovviamente ci sono alcune regole, sopratutto per la prima delle modalità illustrate: il post promosso rimane in cima alla timeline della community per almeno 1 ora (e rimane nella community non meno di 24 ore). Infine, in ciascun gruppo, non è possibile pubblicare più di tre post sponsorizzati.

La Russia è un mercato enorme ma ancora non pienamente sfruttato a livello di digital marketing, la conoscenza di questa e di altre piattaforme ad uso e consumo quasi esclusivamente russo possono consentire ad un Brand di espandere i propri confini ed ottenere buoni risultati con un budget ridotto anche lontano dalle frontiere nazionali.

Questo articolo è stato scritto daAndrea PizzutelliLaureato in Comunicazione e Nuovi Media mi occupo di Social Media Management, cercando di farmi strada nel mondo del Digital Marketing. Appassionato di Serie Tv e di Gaming, nel tempo libero adoro viaggiare per conoscere persone stimolanti.
TI POTREBBE PIACERE
cool good eh love2 cute confused notgood numb disgusting fail